Verificare la salute della batteria su iPhone con Battery Life

battery_life

La carica del vostro iPhone non riesce a supportarvi fino a sera e siete costretti a ricaricare più volte lo smartphone durante la giornata? Improvvisamente la carica crolla vertiginosamente e non siete in grado di definire quali siano le app “vampiro” che rubano tutta l’energia del vostro cellulare? Forse è arrivato il momento di scaricare un’applicazione utile e soprattutto gratuita con la quale migliorare lo stato della vostra batteria fin dal primo utilizzo. Vediamo allora come verificare e migliorare la salute della batteria su iPhone con Battery Life.

Una volta scaricata l’app da iTunes basterà aprirla per iniziare da subito ad analizzare lo stato della batteria dell’iPhone. Il design, abbastanza spartano ma sicuramente chiaro ed esaustivo per il lavoro per il quale è progettato, vi permetterà di capire istantaneamente lo stato della batteria grazie al colore verde (la batteria è al massimo delle sue potenzialità) o rosso (in base alla percentuale il telefono avrà quindi bisogno di una pulizia di file).

Lanciando l’app sarà possibile ridurre il carico di lavoro della batteria chiudendo applicazioni inutilizzate, cancellando file cache ed altri file temporanei non necessari al funzionamento del dispositivo e, unico nel suo genere, visualizzare i cicli di carica del vostro iPhone.

L’applicazione Battery Life permette inoltre di utilizzare un comodo widget da posizionare a piacimento sulla schermata principale dell’iPhone per avere sempre sotto controllo lo stato della batteria ed entrare ancor più velocemente nel programma.

Battery Life, oggi disponibile non solo per iPhone ma anche per altri dispositivi Apple quale iPad e iPod touch, è disponibile nella sua versione più recente 1.0.2 ed ha un peso di soli 12 MB. L’unica pecca potrebbe essere rappresentata dalle pubblicità presenti durante l’utilizzo del programma ma chi volesse potrà ovviare a questa piccola “distrazione” scaricando la versione no ads a soli 0,99 cent.

Fonte : IlGeek

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *